7 tecniche genitoriali positive per crescere bambini felici

7 tecniche genitoriali positive per crescere bambini felici

Avere una cintura nera nelle arti marziali non fa di te una cintura nera nell'essere un genitore, tutt'altro. La maggior parte dei genitori ha un livello di abilità o esperienza in almeno un'area, che si tratti di panificazione, gestione, bricolage o qualcos'altro. Conosciamo le regole, abbiamo familiarità con i problemi e possiamo creare un risultato che vorremmo. Questi sono tutti necessari per la genitorialità positiva.

Così, crescere i bambini dovrebbe essere semplice no?



Beh, sbagliato. Semplice non significa facile e, nell'attuale clima di pandemia, sembra che sia diventato anche un po' più difficile. Ma il mondo ha bisogno di noi al nostro meglio in questo momento. Se non alleviamo i nostri figli per essere la versione migliore di se stessi, la negatività, l'ansia, la frustrazione di questa generazione si chiuderanno con meno creatività e un ridotto desiderio di affrontare le sfide.

I viaggi su Marte saranno sospesi. Il prossimo Steve Jobs potrebbe saltare una generazione. Hai reso l'idea. Allora, da dove cominciare?



Stephen Covey, l'autore di Le 7 abitudini delle persone altamente efficaci , dice che è una buona abitudine iniziare con la fine in mente. Quindi, iniziamo da lì.

1. Inizia con la fine in mente

Immagina che sia il tuo funerale e che i tuoi figli siano intorno alla tua tomba. Stanno parlando dei bei tempi e dei cattivi. Cosa vorresti che dicessero di te come genitore?



Al di là delle persone che dicono quanto ti amano, questa parte diventa difficile per molte persone incluso me. Ma pensaci, cos'è di te che i bambini amano di più?

fuori dalla tua zona di comfort

Per quanto mi riguarda, voglio che i miei figli dicano che sono sempre stato completamente fidanzato quando ero con loro. Sentivano che c'era molta energia positiva, ed erano la cosa più importante al mondo in quel momento. Se apprezzo essere completamente impegnato, come posso renderlo un rituale in modo che sia lì quando i bambini ne hanno bisogno? Per me, sono i miei livelli di energia quando sono con i bambini.

Le nostre vite sono un misto di complessi scarichi energetici, quindi devo essere responsabile di assicurarmi che quando sono con i bambini, sono gioioso. Lo faccio essendo consapevole quando mi sento giù e avendo un piano pronto per aiutarmi.



Questo può essere semplice come avere le tue canzoni preferite su una playlist di Spotify per aiutarti a tornare a essere più concentrato o qualcosa di più organizzato come avere giorni liberi in agenda per ricaricare le batterie. Se puoi dedicare 2 minuti a scrivere di cosa vorresti che i tuoi figli parlassero quando ti visitano alla tua lapide, avrai una mappa che indica il tipo di genitore che aspiri ad essere.Pubblicità

Quando sei chiaro su questo, puoi progettare le abitudini necessarie per aiutarti a diventare la migliore versione di te stesso.

2. Lego

La mia infanzia è stata molto diversa, non il tipico ambiente familiare. Sono cresciuto in un hotel in una città di mare, con i miei genitori che lavorano più ore del dovuto. Erano stanchi, impegnati e arrabbiati più spesso della maggior parte dei genitori perché ogni giorno era una lotta per mantenere l'attività in funzione poiché era un momento difficile e una clientela più dura.

Ma i ricordi più felici che ho dei miei genitori sono stati quando giocavano con me. Questo non accadeva abbastanza spesso, ma avevamo un tavolo da gioco per computer al bar. Era un gioco di biliardo elettronico e mi piaceva giocare contro mio padre in questa sfida a 8 bit. Ricorda, questo era anche prima delle console Nintendo! Papà mi prendeva una Pepsi al bar e non parlavamo nemmeno. Eravamo entrambi pienamente presenti nel momento e nel gioco.

introduzione creativa di te stesso esempi

C'è molta cattiva stampa nei media sui giochi e sul tempo sullo schermo. Ma puoi renderlo un'esperienza positiva se riesci a immergerti quando condividi questo tempo.

Un giorno mio padre tornò a casa con un grande sacco nero pieno di Lego. Non avevo mai visto i Lego prima perché non erano nelle pubblicità televisive e la scuola era per lavoro, non per gioco. Papà ha svuotato la borsa per terra e abbiamo semplicemente giocato. Niente regole, niente chiacchiere e nessuno ha spiegato cosa fare. Lo sai istintivamente.

Probabilmente è stato il giorno più bello di sempre. Giochi e Lego sono senza tempo. Quindi, trova il tempo e gioca. Questo è il passo verso una corretta genitorialità positiva.

3. Cerca di non mettere in gioco il No

Questa è una piccola cosa, ma quando metti in gioco il no con i tuoi figli, può sembrare una situazione vinta-persa, anche se stai cercando di tenerli al sicuro o semplicemente dimostrando che ci tieni. Invece, cerca una situazione vantaggiosa per tutti.

C'è questo equilibrio tra genitorialità positiva e preparazione dei bambini per il mondo reale. Ma probabilmente la più difficile di tutte le tecniche genitoriali positive è evitare di mettere in gioco il no (ABNITP).

Andando un po' oltre, la tecnica ha due parti: ABNITP e l'uso del linguaggio positivo.

Non significa mai usare la parola 'no'. Ma nei rari casi in cui sfugge, è più potente e i bambini sono più predisposti ad accettarlo.Pubblicità

Ecco un esempio. Sei mai stato al telefono e i bambini volevano parlare con te? Quando hai un bambino che ti fa domande e cerca di attirare la tua attenzione, è facile dire 'no' subito. Ma riformulare questo in 'quando avrò finito la chiamata, parleremo' è una mentalità vincente. Quando ci sentiamo più stanchi è quando siamo più aperti ad entrare in una mentalità vincente.

Una piccola frase ha avuto un grande impatto sulla mia genitorialità, specialmente per quei giorni in cui mi sentivo svuotata:

La mia tazza di caffè è vuota, puoi aiutarmi a riempirla.

Potrei ottenere meno resistenza se avessi davvero bisogno di un po' di tempo o i bambini avrebbero trovato un modo per aiutare. Man mano che i bambini crescevano, questo si è trasformato anche in una grande abitudine di farmi preparare il caffè in cambio per un po' di tempo, una bella situazione vantaggiosa per tutti.

4. Empatia

Essendo cintura nera nelle arti marziali e cresciuta con genitori impegnati, l'intelligenza emotiva non è mai stata così in alto nel mio radar, soprattutto perché non ho mai provato molta empatia crescendo. Probabilmente non c'erano opportunità per questo. La vita era pratica e ti rialzavi se cadevi, ti scrollavi di dosso e andavi avanti con la vita.

Ma come allenatore di arti marziali responsabile di un gran numero di bambini dai 4 ai 6 anni, non servo i miei studenti se non ho empatia. I bambini piccoli capiscono più parole di quante ne possano comunicare. La loro visione del mondo è molto diversa da noi adulti e possono insegnarci molto se siamo aperti all'ascolto.

cosa fa per te l'acqua calda al limone?

Quando il tuo allenatore di una classe e un bambino di 4 anni parla del loro dinosauro domestico, non è necessariamente dirompente. Potrebbe essere il loro modo di comunicare con te.

Prendersi un po' di tempo per comunicare ripaga le tue relazioni. Questo può essere lo stesso per i genitori.

Ad esempio, quando tuo figlio cade e si taglia il ginocchio, può iniziare immediatamente a piangere, annusare, singhiozzare: hai capito. Come papà, ci piacciono le macchine forti, le case forti e i bambini duri. Dire loro di crescere, smettere di lamentarsi e stare zitti può essere il nostro primo pensiero. Ma non è mai costruttivo, e nemmeno il tubare.

Ricorda, i bambini piccoli capiscono più di quanto possano articolare. Far loro sapere che sono coraggiosi come deve far male, ma staranno bene quando si alzeranno mostra empatia e comprensione dello stadio di sviluppo di nostro figlio. L'empatia è un aspetto essenziale della genitorialità positiva.Pubblicità

5. Gratitudine

Che cosa avete mai fatto insieme per altre persone? Quando i miei figli erano piccoli, abbiamo raccolto fondi per un ospizio per bambini. All'epoca non capivano veramente cosa fosse un ospizio, ma capivano che stavano aiutando altri bambini.

Come club di arti marziali, abbiamo avuto diversi bambini e genitori volontari che hanno trascorso un pomeriggio in un supermercato a fare le valigie della gente. Molte persone poi donerebbero dei soldi in beneficenza. È stata una grande esperienza per i bambini che hanno potuto aiutare, cosa che si è divertita più di quanto pensassi.

Gli acquirenti sono stati molto positivi nei loro confronti per l'aiuto e siamo andati tutti insieme all'ospizio per consegnare i soldi. Quando eravamo nell'ospizio, ci è stato permesso di fare un giro delle parti che non avevano bambini.

Come genitore, questo mi ha colpito più di una croce giusta. Torniamo indietro di 19 anni e ricordo ancora l'odore dell'ambiente sterile. È stata un'esperienza divertente e un bel modo per costruire abitudini con i bambini per pensare ad aiutare e restituire. Inoltre, questo esempio mi ha aiutato a riflettere su quanto sono stato fortunato ad essere un genitore. Insegnare ai tuoi figli la gratitudine è la chiave per essere genitori positivi.

6. Avventura

Alla maggior parte dei bambini piace essere attivi e vivere un'avventura. Dimentichiamo che molte delle cose che possiamo fare o dare per scontate possono essere un'avventura per i bambini, come incontrare i nostri amici, comprare un'auto, riparare computer, ecc. Coinvolgere i tuoi figli in queste attività può essere un cambiamento nella loro routine e divertimento.

La ricerca di un'auto ha avuto un grande impatto su mio figlio. Sfogliava la rivista di auto usate durante l'addestramento al vasino. Visitava lo showroom e si sedeva sul sedile del passeggero per farmi sapere se era comodo. Era piuttosto carino e di solito riceveva anche alcune prelibatezze dal team di vendita per aver posto buone domande.

Fino ad oggi, mio ​​figlio ama ricordarmi del tempo in cui ha dovuto chiedere aiuto quando sono rimasto bloccato sul sedile di una Lotus Elise. Guida anche un'auto sportiva ora che è cresciuto, ed era così orgoglioso di portarmi con sé quando l'ha acquistata. Un'efficace genitorialità positiva dovrebbe comportare avventure.

7. Non tutti gli estranei sono cattivi

Questo viene da un luogo di opinione, quindi sentiti libero di non essere d'accordo, ma volevo che i miei figli parlassero con estranei.

All'interno di questa tecnica ci sono molte abilità che insegneranno ai miei figli a diventare forti nella vita e aiuteranno anche a tenerli al sicuro. Il problema è che molti ragazzi pensano che non dovrebbero parlare con estranei, che sono tutti persone cattive e pericolose. Ma ho sempre insegnato ai miei figli che possono parlare con estranei se lo desiderano.

I miei figli sono cresciuti guardandomi parlare con gli sconosciuti tutto il tempo. Guardando questa attività, hanno imparato a fare amicizia. Hanno imparato a conoscere le buone domande da porre. Mi hanno visto ascoltare, sorridere e usare il mio corpo per aiutare a comunicare. Insegnare ai bambini che c'è del buono nella maggior parte delle persone è un modo positivo per costruire la loro fiducia e insegnare loro un modo migliore di vivere.Pubblicità

Non sto suggerendo di lasciare che i bambini vadano in giro senza supervisione, di fidarsi e di chattare con tutti. Ci sono pericoli reali nel mondo, dalle auto sulla strada, agli oggetti appuntiti, alle cose calde e, specialmente dove sono cresciuti i miei figli, il mare.

Vedo un pericolo in tutti quelli che incontro, ma i miei figli non avevano bisogno di vedere il mondo in questo modo quando erano piccoli. La maggior parte delle persone mi stupirebbe con la gentilezza verso i nostri figli. C'è stato un tempo in cui un'adorabile signora tedesca teneva mio figlio mentre io avevo la testa sul ponte di una nave per il mal di mare.

Credo che i nostri figli cresceranno più felici con meno giudizio se iniziamo a insegnare ai nostri figli a non temere ciò che non capiscono ma ad affrontarlo con curiosità.

come affrontare un lavoro che odi

Dovrebbero anche sapere come fidarsi del proprio istinto e, se qualcosa non è tipico o non si sente bene, seguire immediatamente quell'intuizione.

Ci sono state volte in cui degli estranei hanno voluto farmi del male nella vita. Ma più volte, mi hanno aiutato quando mi sono perso, ho bisogno di gentilezza o ho bisogno di qualcuno con cui parlare. Ecco perché credo che dovremmo affrontare le nostre paure di genitori ogni giorno e lasciare che i nostri figli parlino con estranei se vogliamo che crescano felici.

Pensieri finali

Spero di diventare un nonno un giorno e di continuare le tecniche che ho iniziato con i miei figli. I danesi hanno una grande parola che esprime come penso: hygge.
Si tratta del potere che la piena presenza porta ad essere un ottimo genitore. È un modo senza drammi per stare insieme.

Non è facile essere un genitore nel pazzo mondo di oggi, ma se inizi con la fine in mente, puoi provare a inserirla nella tua routine quotidiana finché non diventa l'abitudine di crescere bambini felici. E questo è ciò che significa essere genitori positivi.

Ulteriori suggerimenti su un'efficace genitorialità positiva

  • Concetti genitoriali positivi per abbandonare la frustrazione
  • Genitori positivi mentre si cerca di vivere senza sprechi
  • Come gestire positivamente la genitorialità single

Credito fotografico in primo piano: Kelli McClintock tramite unsplash.com