Rischia di diventare un maniaco del lavoro?

Rischia di diventare un maniaco del lavoro?

Non credo che qualcuno parta con l'intenzione di diventare un maniaco del lavoro . Né sembra probabile che la maggior parte delle persone permetta che accada volontariamente. Naturalmente, per alcuni, essere un maniaco del lavoro è visto semplicemente come uno sfortunato sottoprodotto dell'essere ricchi e di successo. Eppure, anche per loro, è probabile che il maniaco del lavoro distrugga gran parte del piacere che la loro ricchezza e il loro successo portano. Dopotutto, se lavori tutto il tempo, non sarai in alcuna posizione per fare buon uso dei benefici che il tuo successo ti ha portato.

È importante distinguere tra un maniaco del lavoro e qualcuno che è semplicemente preso dal proprio lavoro, o perché gli piace così tanto, o perché, per un po', hanno deciso di farne una priorità per vincere una promozione o ottenere il tipo di stile di vita che desiderano. Per un maniaco del lavoro, il lavoro è fine a se stesso. Anche se può portare ricchezza o potere, ciò che conta di più è semplicemente lavorare. Proprio come un alcolizzato beve perché deve, non perché gli piaccia, così un maniaco del lavoro è dipendente dal lavoro, anche quando non c'è una ragione razionale per farlo.Pubblicità



è difficile giudicare con precisione dove qualcuno potrebbe scivolare dall'essere un gran lavoratore, a diventare sempre più ossessionato dal lavoro, a diventare un maniaco del lavoro a tutti gli effetti. Sospetto che succeda molto lentamente, senza una reale consapevolezza da parte della persona coinvolta che sia stato superato un confine tra un'immersione volontaria nel lavoro e uno stato di dipendenza.Pubblicità

come far innamorare un ragazzo introverso

Abbina te stesso a questi indicatori
Ecco perché sto offrendo alcuni indicatori di potenziale maniaco del lavoro: indicazioni che potrebbero aiutarti a notare quando potresti avvicinarti al punto in cui il duro lavoro ha cessato di essere un mezzo per un fine ed è diventato un fine in sé. Nessuna di queste azioni da sola indica maniaco del lavoro. Ma più sembrano essere presenti nella tua vita, più è probabile che il ruolo del lavoro nella tua vita stia sfuggendo di mano.Pubblicità



  • I maniaci del lavoro sono totalmente preoccupati per il lavoro . Domina il loro pensiero quasi sempre. Ne parlano, anche quando l'argomento è inappropriato. Si ritrovano a soffermarsi su di esso, quando dovrebbe essere la cosa più lontana dalle loro menti: quando si suppone che si stiano rilassando a casa, parlando con la loro famiglia, godendosi un piacevole pasto o facendo l'amore.
  • Poiché i maniaci del lavoro dedicano così tanto tempo all'attenzione al lavoro, rimane poco o nulla per formare relazioni strette. Molti maniaci del lavoro sono solitari; non sempre perché desiderano esserlo, ma perché scoprono che la loro ossessione per il lavoro rovina le loro possibilità di stabilire buone relazioni. Lavorano così tante ore che non sono in grado di socializzare o incontrare persone al di fuori del lavoro. Se tutti i tuoi amici e conoscenti lavorano dove lavori tu o hanno qualche altro legame stretto con il tuo lavoro, vale la pena chiederti perché.
  • I maniaci del lavoro o non prendono le vacanze, o il tempo libero quando sono malati, o portano il loro lavoro con loro. Andare in vacanza li mette a disagio. Si soffermano su visioni di lavoro che si accumulano. Si convincono che gli altri senza di loro faranno un pasticcio. I più paranoici arrivano a credere che qualcuno ruberà deliberatamente il loro lavoro, o rovinerà i loro progetti, se non sono lì per tenere d'occhio le cose. Se si prendono una vacanza, portano anche il lavoro o continuano a controllare ossessivamente il loro ufficio. Lo stesso accade se sono malati. Infatti, anche evitare di prendersi giorni di malattia, molti maniaci del lavoro vanno in ufficio, diffondendo infezioni ovunque, o addirittura mettono a rischio la propria salute.
  • I maniaci del lavoro non possono delegare. Sono ossessionati dal mantenere il controllo diretto di tutto ciò che è legato al loro lavoro. Di solito giustificano la quantità di tempo che trascorrono lavorando convincendosi che solo loro possono gestire qualunque cosa facciano. Se le pressioni si accumulano, lavorano semplicemente più duramente o per più ore. i subordinati dei maniaci del lavoro si trovano spesso virtualmente in esubero, o ridotti ai lavori più mondani.
  • I maniaci del lavoro trascurano abitualmente tutto il resto per il bene del loro lavoro. Anche se accettano di dover dedicare tempo ad altre cose, troveranno qualche motivo per giustificare il non farlo se si scontrerebbe con il lavoro. Le famiglie dei maniaci del lavoro diventano fin troppo consapevoli delle innumerevoli scuse per la mancanza di occasioni familiari, riunioni scolastiche, feste di compleanno o qualsiasi altra attività che potrebbe richiedere alla persona di mettere da parte il lavoro per più di pochi istanti. Molti maniaci del lavoro, come molti alcolisti, hanno una vita familiare rovinata e una storia di divorzi e relazioni interrotte.
  • Se devono intraprendere attività non lavorative, cercano di collegarle al lavoro. Le attività sociali diventano occasioni di networking orientato al lavoro. Potrebbero sembrare appassionati di golf, ad esempio, fino a quando non scopri che usano abitualmente le occasioni del golf per condurre affari. Ogni presunto incontro sociale diventa un'altra opportunità per allacciare nuovi contatti di lavoro o cercare di interessare gli altri a qualcosa legato al loro lavoro.
  • L'identità di un maniaco del lavoro è totalmente sommersa nel loro lavoro. È come se la persona è il loro lavoro, e non ha un'esistenza indipendente. Questo è molto vicino alla verità. Per un maniaco del lavoro, i confini tra il loro lavoro e la loro personalità ed esistenza sono stati abbattuti. Il loro lavoro non solo li definisce, sentono che, senza di esso, non avrebbero più esistenza. Porta via il loro lavoro e non c'è più niente. Non possono affrontare il vuoto che rimarrebbe, quindi si precipitano indietro verso l'unica cosa che offre loro sicurezza: il loro lavoro.
  • Molti, molti maniaci del lavoro sono permanentemente in negazione. Come gli alcolisti, i maniaci del lavoro spesso negano il loro problema. Diventano estremamente abili nel nascondere la verità a se stessi. Pensano a giustificazioni e scuse elaborate per il loro stile di vita. Usano la tecnologia moderna per nascondere le loro attività agli altri. I telefoni cellulari, i laptop e la facilità di accesso a Internet di oggi rendono rara la vecchia immagine del maniaco del lavoro come qualcuno seduto a casa o sulla spiaggia, circondato da documenti e file. Tutto ciò che serve è un BlackBerry, o uno dei nuovi PDA per cellulari, per avere accesso istantaneo a tutti i file di cui potresti aver bisogno.

Post correlati:Pubblicità

Adrian Savage è uno scrittore, un inglese e un dirigente d'azienda in pensione, in quest'ordine. Vive a Tucson, in Arizona. Puoi leggere i suoi altri articoli su Leadership lenta , il sito per tutti coloro che vogliono costruire un luogo civile in cui lavorare e riportare il gusto, il gusto e la soddisfazione alla leadership e alla vita. Il suo ultimo libro, Leadership lenta: civilizzare l'organizzazione , è ora disponibile in tutte le buone librerie.



Pubblicità