Perché la felicità è una scelta (e intelligente da fare)

Perché la felicità è una scelta (e intelligente da fare)

Stai lottando per trovare questa cosa sfuggente chiamata felicità. La maggior parte dei giorni ti senti sopraffatto, ansioso, arrabbiato, depresso o piatto. O forse si verificano rapidi cambiamenti di umore.

Riesci a ricordare i momenti in cui eri felice, ma sembrano distanti e le circostanze della tua vita sono diverse ora.



E se ti dicessi che puoi davvero scegliere la felicità? E che è più facile di quanto pensi?

In questo articolo, analizzerò le basi su come puoi condurre una vita più felice, semplicemente seguendo alcuni principi di base. Questi sono facili da implementare nella tua vita, il che significa che la felicità è dietro l'angolo!



Pronto a scoprire di più su come e perché la felicità è una scelta? Immergiamoci ulteriormente per ottenere una comprensione più profonda.

Sommario

  1. La felicità non è un'idea, è un'esperienza
  2. Come scegliere la felicità
  3. Pensieri finali
  4. Maggiori informazioni sulla felicità

La felicità non è un'idea, è un'esperienza

L'idea che la felicità sia una scelta sembra essere proprio questo, e idea e uno che non si applica a te. Come puoi scegliere di essere felice quando qualcuno ti ha trattato così male, quando circostanze al di fuori del tuo controllo ti bombardano di dolore?



Molte persone si sentono in questo modo.

Ogni anno, il Sustainable Development Solutions Network delle Nazioni Unite pubblica il World Happiness Report.

Questo misura la felicità complessiva dei diversi paesi. Il rapporto del 2018 rileva che i residenti in Finlandia sono al primo posto, mentre i residenti negli Stati Uniti sono molto indietro al 18° posto.Pubblicità



Nonostante il fatto che i redditi degli americani siano più che raddoppiati dal 1972, non siamo nemmeno nella top 10 dei paesi più felici.

Comprendere il paradosso di Easterlinlin

Gli americani hanno fatto continuamente più soldi, ma non stiamo segnalando un aumento della felicità. Questa disparità tra reddito e felicità è chiamata il paradosso di Easterlin.[1]

È probabile che tu veda più soldi ora di quanti ne hai mai visti nella tua vita, eppure sei ancora intrappolato nel paradosso, lottando per capire perché sei infelice.

Cosa spiega il paradosso?

La risposta a questa domanda può aiutarti a capire cos'è la felicità. Risolvere questo dilemma sembra complesso, dopotutto è un paradosso. Eppure la risposta è molto più semplice di quanto ci si potrebbe aspettare: la felicità è una scelta.

Quello che sanno i buddisti

Il buddismo è particolarmente interessato a coltivare la felicità attraverso la pratica costante.

Primo, i buddisti riconoscono che l'esistenza si presta al dolore e alla disfunzione mentale. Questa è l'usura del mondo che deriva dal desiderare e dall'aspettarsi ciò che non si ha.

I buddisti seguono una serie di pratiche verso l'illuminazione:

  • Libera la mente dai pensieri negativi: Riconosci i pensieri negativi, reindirizzali positivamente e agisci su pensieri positivi.
  • Pratica la consapevolezza: Senza applicare il giudizio, contempla come si sente il tuo corpo e presta attenzione al tuo respiro; presta attenzione ai tuoi pensieri; presta attenzione ai fenomeni: il mondo intorno a te.
  • Medita e concentrati: Lascia andare i pensieri casuali mentre sei seduto e ti concentri su una singola cosa, come il suono dell'acqua, il tuo respiro o un ronzio.
  • Abbi compassione: La felicità personale è direttamente correlata alla felicità degli altri. La contemplazione degli altri e della loro sofferenza ti porta in un luogo di vera compassione, e la compassione per gli altri è un semplice percorso verso la felicità.

I buddisti scelgono di non vivere né nel passato né nel futuro.Pubblicità

I pensieri del passato possono portare rimuginazione e depressione, mentre i pensieri del futuro possono portare ansia. La contemplazione del presente e la compassione per gli altri nel presente possono aiutare ad alleviare la depressione e l'ansia, liberando la mente per accettare la felicità.

Le persone scelgono molti credi, filosofie e religioni nella ricerca della felicità. In ogni situazione, puoi scegliere di concentrarti su ciò che ti rende felice.

Puoi scegliere di accettare la sfida più atroce come un'opportunità per essere buono ora e creare felicità.

Come scegliere la felicità

La felicità è uno stato dell'essere che puoi cogliere, come quando un corridore prende aria con i suoi polmoni. Ogni inspirazione è essenziale e con ogni inspirazione deve seguire l'espirazione.

Se la felicità è uno stato dell'essere, allora potresti dire che la felicità è semplicemente un'esperienza, o un insieme di esperienze.

Amanda Pinnock è una studentessa universitaria dell'Arizona State University che ha sperimentato questo tipo di felicità senza mai aspettarselo. Per ottenere la sua laurea in salute globale, aveva bisogno di fare un programma di studio all'estero, ma era preoccupata che sarebbe stata disconnessa dal suo gruppo come studente non tradizionale che si laureava online.[2]

Con sua sorpresa, gli altri studenti del suo gruppo erano inclusivi e desiderosi di connettersi. Poi c'erano i locali delle Fiji, il paese che aveva scelto per il programma. Sembravano capire davvero come la felicità sia una scelta. Secondo Amanda:

I figiani sono probabilmente le persone più felici e umili del mondo. Ci hanno accolto a braccia aperte e si sono assicurati che fossimo nutriti e avessimo gli alloggi di cui avevamo bisogno. Non è stato fino a quando non ho parlato ulteriormente con il leader del gruppo e la guida turistica che mi sono reso conto che ci stavano dando più di quello che hanno per se stessi su base giornaliera.

Molti Fijiani non hanno acqua corrente, ma Amanda ha notato che sentivano che non gli mancava nulla. Lei dice:Pubblicità

Vivono della terra e si aiutano tutti a vicenda... Forse non hanno avuto tanto denaro quanto un americano medio, ma sono ricchi nelle loro vite, e penso che gli americani possano imparare molto da questo. Ha davvero messo in prospettiva ciò che è più importante: la famiglia, i propri cari e l'ambiente.

Per i figiani incontrati da Amanda, la felicità non è un concetto, è l'atto di sostenersi a vicenda.

La felicità è l'atto di trovare gioia nelle esperienze quotidiane con altre persone.

odio lavorare a tempo pieno

Le comunità di persone che si donano e condividono il valore della generosità, il valore dell'amore, un amore che non si aspetta nulla in cambio, sono le più felici.

Ecco perché, secondo il World Happiness Report, la generosità e le reti di sostegno sociale sono due fattori chiave che portano alla felicità.[3]

Ogni secondo in cui sei vivo e cosciente, hai delle scelte da fare. Amanda Pinnock ha scelto di vivere un'altra cultura anche se era preoccupata di integrarsi. È stata felice di condividere l'esperienza con gli altri studenti e con i fijiani che li hanno accolti.

Ogni giorno della tua esistenza cosciente puoi scegliere di supportare gli altri, di accettare il loro sostegno, di impegnarti in attività che fanno bene a te.

Tutti questi atti porteranno la felicità. Puoi scegliere di fidarti degli altri e fare cose che li aiutino a fidarsi di te. Puoi scegliere di costruire la comunità intorno a te e farne parte.

Pratica l'arte che cambia la vita di Contenuto

In Finlandia, la carestia spazzò via il 9% della popolazione durante gli anni Sessanta dell'Ottocento, un evento che difficilmente avrebbe generato felicità. I finlandesi hanno deciso di riprendersi abbracciando una filosofia chiamata soddisfare , che è un valore condiviso di grinta, determinazione e azione razionale, anche quando la vita è dolorosa.Pubblicità

Sisu riguarda anche la potenza attraverso esercizi impegnativi e scomodi, come fare una nuotata in un fiume ghiacciato, correre una maratona o andare in bicicletta al lavoro sotto la pioggia.[4]

Secondo This Is Finland, Sisu è un coraggio e una determinazione straordinari di fronte alle avversità... Sisu è incarnato da persone ovunque che sfidano le probabilità e si aggrappano alla speranza quando all'inizio sembra che non ce ne siano.

Sisu è semplice: prendi la vita, fallo con coraggio e costruisci il tuo coraggio impegnandoti con il mondo in modi stimolanti.

Sii proattivo nella tua felicità

Puoi essere felice essendo proattivo. Le persone che scelgono di riprendersi dalla dipendenza scelgono di intraprendere azioni proattive verso il recupero.

Puoi pensare di scegliere di essere felice come scegliere di riprenderti dalla depressione. A quanto pare, l'esercizio favorisce il recupero in diversi modi:

  • L'esercizio imita l'effetto delle droghe sul cervello (o meglio, le droghe imitano l'effetto dell'esercizio) rilasciando endorfine.
  • L'esercizio fisico aiuta a dormire meglio e aumenta la sensazione di benessere.
  • L'esercizio ti aiuta a far fronte allo stress, a strutturare la tua giornata e a migliorare la tua forma fisica.
  • Questo si allinea molto bene con sisu, anche se sisu ti chiede di portarlo a un altro livello e sfidare te stesso oltre il tuo livello di comfort.

Anche se non lo prendi fino a quel punto, inizia in piccolo ed esercitati regolarmente, quindi accumula sfide più grandi. Cerca di stabilire connessioni con altre persone in base alla tua routine di allenamento.

Pensieri finali

La felicità è trovare gioia nelle esperienze quotidiane.

Quando scegli di includere altre persone nella tua felicità, allora arriva la comunità, sia nei social network che nelle esperienze condivise.

La felicità è la scelta intelligente perché in fondo è ciò per cui il tuo essere si sforza; è quello che vogliono anche gli altri.Pubblicità

Quando scegliamo la felicità insieme, scegliamo di prenderci cura l'uno dell'altro e il mondo intero si apre a infinite possibilità.

Maggiori informazioni sulla felicità

Credito fotografico in primo piano: Brooke Cagle tramite unsplash.com

Riferimento

[1] ^ Wikipedia: Il paradosso di Easterlin
[2] ^ Università statale dell'Arizona: Trova te stesso perdendoti
[3] ^ Rapporto sulla felicità mondiale: Rapporto sulla felicità mondiale 2018
[4] ^ Questa è la Finlandia: Sisu inizia dove finisce la perseveranza