Comprendere la gerarchia dei bisogni di Maslow: 5 livelli spiegati

Comprendere la gerarchia dei bisogni di Maslow: 5 livelli spiegati

La gerarchia dei bisogni di Maslow è una teoria della motivazione che elenca cinque categorie di bisogni umani che dettano il comportamento individuale. Queste cinque categorie si riferiscono a bisogni fisiologici, bisogni di sicurezza, bisogni di amore e appartenenza, bisogni di stima e bisogni di autorealizzazione.[1]

La motivazione gioca un ruolo importante nel coaching atletico. Ho passato 44 anni ad allenare il basket e ogni giorno durante gli allenamenti cercavo di motivare i nostri atleti a dare il massimo. In questo articolo, esaminerò la gerarchia di Maslow e cinque aree dei bisogni da una prospettiva atletica.



1. Bisogni fisiologici

Questi bisogni rappresentano i bisogni fondamentali della sopravvivenza umana. Includono cibo, acqua, riposo e respirazione e tutti e quattro hanno importanza nell'atletica.

Il cibo ha avuto un'evoluzione nel mondo dell'atletica. Non ricordo i miei allenatori negli anni '50 e '60 che parlassero di cibo. Col passare del tempo, il pasto pre-partita è diventato importante. La bistecca sembrava essere il pasto preferito all'inizio dell'evoluzione. La ricerca ha quindi indicato che la pasta sarebbe stata la scelta migliore.[Due]



Oggi penso che la maggior parte degli allenatori preferisca la pasta. Tuttavia, se i giocatori ordinano dai menu, alcuni allenatori ritengono che i giocatori dovrebbero attenersi alle loro diete regolari e ordinare di conseguenza.

Il passo successivo in questa evoluzione è stato che il pasto pre-partita, sebbene importante, non è così critico come la nutrizione generale degli atleti. Ai nostri seminari atletici dell'Università di St. Francis, abbiamo invitato i nutrizionisti a parlare e ad istruire i nostri giocatori sulle loro abitudini nutrizionali.



L'ultimo cambiamento nell'assunzione di cibo potrebbe essere il quarterback dei Tampa Bay Buccaneers, Tom Brady. Aderisce a una dieta specifica e disciplinata che gli ha permesso di giocare a calcio superbo all'età di 43 anni.

L'acqua ha avuto un'evoluzione anche nello sport. È passato dal non essere ammessi negli allenamenti agli allenatori che programmano le pause per l'acqua durante le pratiche.Pubblicità

Il riposo è estremamente importante in tutti gli sport e le statistiche ne confermano l'importanza. La ricerca NBA ha rilevato che nel corso della stagione le squadre vincono 6 partite su 10 in casa ma solo 4 su 10 in trasferta. Nei playoff NBA le statistiche passano a 6,5 ​​in casa e 3,5 in trasferta. Molti allenatori credono che il riposo sia il fattore chiave di queste statistiche perché i giocatori dormono nei propri letti per le partite casalinghe.[3]



La nostra squadra di basket di St. Francis ha scoperto l'importanza di respirare durante un viaggio per giocare in un torneo in Colorado. Nella nostra prima partita, stavamo giocando alla grande e vincendo di 12 punti all'inizio della partita. Poi l'altitudine ha preso il sopravvento, ha influito negativamente sulla nostra respirazione e abbiamo perso il vantaggio e alla fine il gioco.

Nella nostra seconda partita, dopo aver imparato la lezione, abbiamo sostituito più frequentemente! L'idea di Maslow sui bisogni fisiologici gioca un ruolo importante nell'arena atletica.

2. Esigenze di sicurezza

I bisogni di sicurezza includono la protezione dalla violenza, stabilità emozionale e benessere, sicurezza sanitaria e sicurezza finanziaria.

Se scoppia una rissa durante una partita di basket, possono verificarsi lesioni gravi. Questo è il motivo per cui un allenatore interviene immediatamente quando c'è violenza o gioco sporco in pratica. L'allenatore deve proteggere i giocatori. Alleni le tue squadre a giocare duro, mai sporco.

cose interessanti da cercare su google

L'importanza della stabilità emotiva ha guadagnato più credito negli sport negli ultimi anni. Molte squadre assumono psicologi per aiutare a lavorare con i loro giocatori. C'è una grande quantità di fallimenti dei giocatori nello sport ed è fondamentale che i giocatori rimangano emotivamente stabili.

La sicurezza sanitaria è molto più diffusa negli sport oggi rispetto ai miei giorni di gioco. Una volta ho avuto una commozione cerebrale durante una partita di basket. Non avevamo allenatori. L'allenatore se ne è occupato dicendomi dopo la partita, Sullivan, giochi meglio quando non sai dove diavolo sei! Aveva ragione, e il mio trattamento medico è finito lì! I giochi oggi hanno a disposizione istruttori per tutelare la salute degli atleti.

La sicurezza finanziaria è predominante negli sport professionistici. La maggior parte dei giocatori oggi usa il libero arbitrio per andare dove sono i soldi perché considerano lo sport non essere affatto uno sport. Credono che sia un business a breve termine al loro livello. Personalmente apprezzo gli atleti che hanno preso meno soldi in modo che la squadra possa trattenere i compagni di squadra o usare i dollari per portare nuovi giocatori.Pubblicità

3. Amore e bisogni di appartenenza

Questi bisogni possono essere riassunti con due parole: amore e relazioni.

Dopo che le squadre vincono i campionati, sentirai spesso gli allenatori dire, amo questi ragazzi o mi è piaciuto allenare questa squadra. Puoi dire dal loro linguaggio del corpo e dal tono della loro voce che lo intendono davvero.

Penso che gli allenatori lo dicano perché la stagione può essere dura. Pratiche, scouting, lavori cinematografici, viaggi e problemi che sorgono mettono a dura prova gli autobus. Tuttavia, quando hai squadre che danno tutto ciò che hanno ogni sera in allenamento, arrivi ad amarle.

ESPN ha fatto un segmento 30-30 nella squadra del campionato nazionale dello stato della Carolina del Nord allenata da Jim Valvano. Ero particolarmente interessato a guardarlo perché conoscevo un giocatore della squadra che veniva ai nostri campi. Terry Gannon ha giocato un ruolo importante nel loro campionato.

Il programma era una riunione dei loro giocatori. Erano passati più di 20 anni dal loro titolo, e se dovessi togliere una cosa allo show, sarebbe quanto i giocatori si amassero l'un l'altro.

In ultima analisi, lo sport è una questione di relazioni. Puoi incontrare ex compagni di squadra con cui hai giocato da 40 a 50 anni prima e quel legame atletico è più forte che mai. Anche se potresti non vederti da anni, la tua amicizia è così cementata che è come se ti vedessi settimanalmente.

il libro di David Halberstam, I compagni di squadra: il ritratto di un'amicizia , convalida il rapporto tra le fucine dell'atletica. Ted Williams sta morendo e tre dei suoi ex compagni di squadra dei Boston Red Sox - Bobby Doerr, Johnny Pesky e Dom DiMaggio - fanno un viaggio in Florida per vederlo. Nonostante fossero passati 50 anni da quando suonavano insieme, il legame tra loro non è mai venuto meno.

Amore e appartenenza incarnano l'essenza dello sport.Pubblicità

4. Bisogni di stima

Questi bisogni sono caratterizzati dal rispetto di sé e dall'autostima. Il rispetto di sé è la convinzione di essere prezioso e di meritare dignità. L'autostima è duplice: si basa sul rispetto e sul riconoscimento da parte degli altri e sulla stima che si basa sulla propria autovalutazione.[4]

Spesso i giocatori in panchina sono quelli che l'allenatore rispetta di più perché lavorano così duramente negli allenamenti ma non ricevono alcuna gloria. I migliori allenatori non lasciano mai che i titolari o le stelle denigrino i giocatori in panchina. Gli allenatori devono sempre riconoscere il valore e la dignità di chi gioca poco. Spesso si rivelano le superstar delle loro professioni.

Alcuni allenatori non lo capiranno mai. Pensano di poter motivare i loro giocatori degradandoli. Mettono in imbarazzo gli atleti durante le partite e rimproverano costantemente le loro prestazioni negli allenamenti.

I grandi allenatori sono esattamente l'opposto. Sono incoraggiatori. Spingono i loro giocatori e li spingono forte, ma li rispettano sempre. I grandi allenatori migliorano l'autostima e la fiducia dei loro giocatori.

5. Bisogni di autorealizzazione

L'autorealizzazione descrive la realizzazione del tuo pieno potenziale come persona.[5]

Credo che tre parole siano la chiave per l'autorealizzazione: potenziale , fatica e rimpianti.

Si sente spesso nell'atletica che un giocatore ha del potenziale. Inoltre, non è raro che la persona che presenta l'atleta sia entusiasta del suo potenziale. Ho avuto la fortuna di lavorare con un uomo eccezionale nei campi dei Milwaukee Bucks, Ron Blomberg. Ron aveva la migliore definizione di potenziale che io abbia mai sentito: potenziale significa che non l'ha fatto. Farà tutto il lavoro necessario per realizzare il suo potenziale?

Lo sforzo è grande, ma non basta. Se vuoi raggiungere il tuo pieno potenziale, devi avere una costanza di impegno nella tua abitudine quotidiana. Solo la costanza dello sforzo può portare al successo.Pubblicità

John Wooden, il leggendario allenatore di basket dell'UCLA, ha affermato che il successo sta diventando tutto ciò che le tue capacità ti permetteranno di essere. Era d'accordo con il suo amico, arbitro di major league, George Moriarty, anche se era solito prenderlo in giro. L'allenatore gli disse che non aveva mai visto Moriarty scritto con una sola i. Ha seguito questo con, naturalmente, i giocatori di baseball lo hanno accusato di avere anche un solo 'occhio' nella sua testa.

Nella sua poesia, The Road Ahead o The Road Behind, Moriarty ha scritto,

. . . per chi può chiedere di più a un uomo
che dare tutto nel suo raggio d'azione, mi sembra, non è così lontano da – Vittoria.

Quando la tua vita è agli sgoccioli e ti guardi indietro, se puoi dire che hai dato tutto nel tuo arco di tempo, che hai sempre fatto del tuo meglio, avrai raggiunto il tuo pieno potenziale e non ci saranno rimpianti.

Pensieri finali

Ora che hai imparato di più sulla gerarchia dei bisogni di Maslow, considera di riflettere sugli ultimi due bisogni (bisogni di stima e bisogni di autorealizzazione) e poniti le seguenti domande:

  • Stai facendo tutto il possibile per aumentare l'autostima di chi ti circonda?
  • Stai facendo tutto il possibile per realizzare il potenziale che ti è stato dato?

Credito fotografico in primo piano: Joshua Earle tramite unsplash.com

Riferimento

[1] ^ Semplicemente psicologia: La gerarchia dei bisogni di Maslow
[Due] ^ NCBI: Carboidrati di alta qualità e prestazioni fisiche
[3] ^ Wharton University of Pennsylvania: Il ruolo del riposo nel vantaggio dell'NBA sul campo di casa
[4] ^ Masterclass: Una guida ai 5 livelli della gerarchia dei bisogni di Maslow
[5] ^ Masterclass: Una guida ai 5 livelli della gerarchia dei bisogni di Maslow