11 modi per parlare in modo che i bambini ascoltino

11 modi per parlare in modo che i bambini ascoltino

Siamo tutti d'accordo che i bambini piccoli possono essere complicati! Anche i migliori genitori e tutori a volte si sentono confusi o impotenti quando si tratta di affrontare queste creature imprevedibili. Se noi adulti mettiamo in pratica alcuni semplici accorgimenti, godremo dei benefici di una migliore comunicazione, del rispetto reciproco e di una vita con i più piccoli molto più fluida.

1. Avvicinati

Abbiamo visto tutti quel bambino che in qualche modo non sente l'adulto che lo chiama dall'altra parte della stanza, vero? Sebbene a volte questo comportamento sia una strategia di evitamento, è un dato di fatto che i bambini orientati al compito sono in grado di bloccare altre immagini e suoni quando sono concentrati sul gioco.



Piuttosto che alzare la voce o chiamare il bambino dalla stanza accanto, aiuta ad avvicinarsi al bambino in modo che possa sentirci con meno distrazioni.

come radicare un angolo

2. Abbina il loro livello

I bambini piccoli sono abituati al trambusto delle persone grandi e potrebbero anche non accorgersi che siamo nelle vicinanze. Dopo esserti avvicinato a un bambino, piegati, siediti o inginocchiati per avvicinarti alla sua linea diretta di vista e udito.



3. Usa un tocco delicato

Se il bambino si sente a suo agio con noi come genitore fidato o caregiver abituale, possiamo usare un tocco gentile sul braccio o sulla spalla per attirare la sua attenzione prima di parlare.Pubblicità

4. Sii intenzionale riguardo al contatto visivo e all'espressione

Dopo esserti avvicinato al bambino e aver abbinato il suo livello, fai uno sforzo per ottenere il contatto visivo. Gli adulti che si concentrano sul mantenimento di un'espressione piacevole o neutra (specialmente mentre danno indicazioni o suggeriscono un cambiamento nell'attività), scopriranno che i bambini rispondono meglio a segnali calmi e coerenti del linguaggio del corpo rispetto a facce frettolose o frustrate.



5. Sii calmo e deciso

Oltre a trasudare un linguaggio del corpo prevedibile, incoraggia una risposta favorevole da parte dei bambini parlando con voce calma e assertiva. Se un bambino è tranquillo e contento o rumoroso e strillante, la voce prevedibile di un adulto fidato lo aiuterà a sentirsi al sicuro, il che migliora significativamente le probabilità di cooperazione!

6. Usa dichiarazioni brevi e dirette

I bambini elaborano brevi dichiarazioni meglio delle indicazioni con più passaggi o narrazioni che delineano il programma giornaliero. Ad esempio, è ora di indossare le scarpe e salire in macchina riceverà una risposta migliore rispetto a Se non siamo in macchina tra cinque minuti, faremo tardi alla festa e potremmo perdere i giochi. I bambini piccoli non sono piccoli adulti: non trattiamoli come tali! Per transizioni, attività e sforzi di pulizia più efficienti e produttivi, mantienilo semplice.

7. Tieni fuori le emozioni

Naturalmente c'è un tempo e un luogo per gli adulti per esprimere le emozioni ai propri figli, ma usare tattiche emotive per manipolare il comportamento di un bambino è inefficace e inappropriato.



Urla, sarcasmo e minacce vuote danneggiano il livello di rispetto in qualsiasi relazione. Piuttosto che essere drammatico o manipolativo per far reagire un bambino, implementa regole e confini chiari e segui le conseguenze.Pubblicità

8. Offri una scelta

Questa strategia è d'oro quando i bambini sono nella fase del capo. Quando i bambini sentono di avere il potere di scelta più volte durante la giornata, è meno probabile che litighino con gli adulti su ogni dettaglio.

Scelte semplici come le seguenti possono essere molto incoraggianti per un bambino:

Ti piacerebbe mangiare il tuo yogurt con un cucchiaio o una forchetta?

Ti piacerebbe indossare la tua maglia rossa o la tua maglia blu oggi?

Dovremmo portare a spasso il cane prima di mangiare il toast o dopo? Pubblicità

Gli adulti possono scegliere alternative che funzionano bene con il piano giornaliero e i bambini possono godere del vantaggio di sentirsi come se avessero un certo controllo sulla propria vita.

9. Racconta cosa POSSONO fare

È facile per i genitori e gli operatori sanitari dei bambini piccoli sentirsi come se stessimo intervenendo tutto il giorno con la frase No, non farlo! Un semplice cambio di formulazione permette all'adulto di offrire un'alternativa migliore e al bambino di capire quale scelta positiva potrebbe sostituire il comportamento negativo.

Ad esempio, invece di dire 'Non tirare i capelli al cane', dì 'Per favore tocca il cane con una carezza'.

Invece di non gettare il cibo per terra, prova a tenere il cibo nei nostri piatti.

Invece di smettere di lasciare giocattoli sul pavimento, dì: per favore rimetti i tuoi giocattoli nei loro cubbies.Pubblicità

I bambini rispondono in modo più favorevole alle parole che incoraggiano un comportamento positivo di quanto non facciano alle parole che ricordano loro un'altra cosa che NON devono fare!

10. Incoraggia una risposta positiva

Gli adulti possono incoraggiare una risposta Sì, mamma o Sì, signora dopo aver dato indicazioni o reindirizzato. Questo tipo di risposta rassicura i genitori e gli operatori sanitari che il bambino ha ascoltato e compreso la richiesta.

11. Sii un esempio

Il modo migliore per insegnare agli adulti una comunicazione appropriata è modellarla! Se stabiliamo un contatto visivo, rispondiamo alle richieste e parliamo in un tono rispettoso e affermativo, i bambini nella nostra vita impareranno a fare lo stesso.

Chiediti: in quali aree il mio bambino comunica bene? In quali aree spero di migliorare le capacità o le capacità comunicative del mio bambino? Cosa stanno imparando i bambini nella mia vita sulla comunicazione attraverso il mio esempio?